La Pietra di Luna



Questa gemma è legata all‘elemento acqua, alla donna e all'inconscio; è inoltre la pietra dei nati sotto il segno zodiacale del Cancro.


La pietra di luna appartiene al gruppo dei feldspati, famiglia di minerali particolarmente nota per le sue gemme che presentano bellissimi fenomeni ottici, come l’adularescenza, avventurescenza e l’iridescenza (ve ne parlerò più approfonditamente in un altro articolo).


Questa gemma si presenta in una gran varietà di colori, tra cui il bruno, l’incolore, il verde, il grigio, il rosa, l’arcobaleno, il bianco e il giallo. Ha un lustro che va dall’argento al blu, varia da semi-traslucida a traslucida e dispiega spesso un’elevata lucentezza.



Una leggenda asiatica vuole che le pietre di luna blu nascono dalle maree e le più belle e preziose arrivano ogni 21 anni in mano agli uomini.

Nell’antica Roma si pensava che secondo le diverse fasi lunari la pietra di luna cambiasse

il suo aspetto e che si potesse rinvenire l’immagine della divina Diana.


Anche nel Galles era tenuta in debito conto la pietra di luna, perché sacra a Cerridwen, dea dell’ispirazione, della trasformazione, della profezia, la magia e la morte.


Secondo i Soux, era sacra a Hanwi, il cui nome significa “sole anche di notte”. Credevano che la pietra fosse capace di proteggere dagli spiriti maligni. E’ sacra a Selene, la dea greca della Luna e a Nyx, la dea greca della notte.


Quindi da sempre gemma femminile e “da dea”, non stupisce pensare come, nella mitologia, la divinazione fosse tradizionalmente ritenuta un’arte femminile, al punto che durante l’antichità si usava meditare con una Pietra di Luna sotto la lingua per vedere il futuro.




Proprietà fisiche, mentali e spirituali


  • Essendo collegata all'elemento Acqua e alla donna, è allineata con il sistema riproduttivo femminile. Allevia tutti i dolori e i problemi collegati alle mestruazioni, alle gravidanze e favorisce il concepimento.


  • È utile contro la ritenzione dei liquidi e favorisce l’eliminazione delle tossine dal corpo.


  • Pietra che aiuta ne recupero sia fisico che mentale, perfetta per le persone stanche o che devono recuperare le energie.


  • La pietra di luna se posizionata sul primo chakra, stimola l’energia della Kundalini. Riesce a rimuovere i blocchi emotivi che impediscono di avere un figlio. La donna che la indossa di notte armonizza il corpo con i cicli naturali.


  • Ha un forte potere calmante ed equilibrante, dona nuova luce ai pensieri regalando positività.


 

L’utilizzo dei minerali e cristalli non sostituisce in alcun modo i rimedi medici ufficiali

e tradizionali e non devono essere un sostituto a cure già prescritte da un professionista.

La cristalloterapia è una pratica alternativa che si prefigge di eliminare e/o aiutare disfunzioni e malesseri corporei, mentali e spirituali mediante la collocazione di appositi minerali su determinati punti del corpo e specifici chakra. I cristalli non guariscono una patologia, ma aiutano a ritrovare un proprio equilibrio interiore.

Non esiste nessuna prova scientifica della loro efficacia ma sappiamo per certo che questa tecnica è usata da molte popolazioni in tutto il mondo sin dall’antichità.

L’uso dei cristalli può essere un ottimo coadiuvante e/o metodo di prevenzione

e comunque al momento non presenta alcuna controindicazione al suo utilizzo.